New Blabs on Clouds
and Planes

Catalogo per l’esposizione di Simone Monsi
allo Spazio Leonardo di Milano.
New Blabs on Clouds and Planes
Catalogo per l’esposizione di Simone Monsi allo Spazio Leonardo di Milano.
simone monsi new blabs clouds planes
New Blabs on Clouds
and Planes

Catalogo, 23.5×16.5 cm
32 pagine

2018 © Nicola-Matteo Munari
simone monsi new blabs clouds planes
Il titolo è rivestito con un inchiostro ad alto spessore, che esalta i colori del tramonto con cui è stampato.

Ph. © Nicola-Matteo Munari
griglia modulare
La griglia modulare progettata
per il catalogo e alcuni schizzi preliminari.

2019 © Nicola-Matteo Munari
L’estetica dei social media

Diplomato al Goldsmiths College di Londra, Simone Monsi è un artista emergente nel panorama internazionale dell’arte contemporanea, che da alcuni anni conduce una ricerca sull’utilizzo che viene fatto di Internet quale piattaforma di comunicazione.

Le sue opere si distinguono tanto per la propria attualità quanto per le forme, i colori e l’iconografia pop, che richiama l’immaginario dei social media.
simone monsi new blabs
2018 © Nicola-Matteo Munari
simone monsi new blabs
2018 © Nicola-Matteo Munari
simone monsi new blabs
2018 © Nicola-Matteo Munari
simone monsi new blabs
2018 © Nicola-Matteo Munari
L’impaginazione

Il catalogo per la mostra New Blabs on Clouds and Planes è il secondo dei tre progettati nel 2018 per le esposizioni curate da UNA per lo Spazio Leonardo di Milano (il primo è quello dedicato alla mostra di Thomas Berra e il terzo ad Irene Fenara).

L’impianto compositivo riprende quello sviluppato per il catalogo precedente, ma l’impaginazione è stata adattata ai nuovi contenuti per meglio valorizzare le opere riprodotte.

In particolare, le immagini si presentano con un taglio compositivo più appropriato al formato orizzontale che le contraddistingue.
simone monsi new blabs
Ph. © Nicola-Matteo Munari
simone monsi new blabs
Una delle vignette con i messaggi WhatsApp scambiati tra l’artista
e Rossella Farinotti, autrice del
testo critico.

Ph. © Nicola-Matteo Munari
 L’arte di Monsi, così influenzata e pervasa dal linguaggio della comunicazione digitale, nasce dall’attenta osservazione della nostra contemporaneità.
Dall’introduzione al catalogo
Testo e immagini

Le fotografie si articolano in una sequenza ritmica precisa, accuratamente studiata insieme all’artista e concepita per restituire nel modo più fedele possibile l’esperienza di visita della mostra.

Anche le pagine di testo contribuiscono a comunicare graficamente il tema della mostra richiamando l’immaginario visuale dei social media attraverso l’introduzione di alcuni messaggi WhatsApp, scambiati tra l’artista e l’autrice del testo critico, incorniciati nelle tipiche vignette verdi e grigie.
simone monsi new blabs spazio leonardo
2018 © Nicola-Matteo Munari
simone monsi new blabs
2018 © Nicola-Matteo Munari
simone monsi transparent banners
2018 © Nicola-Matteo Munari
simone monsi new blabs
2018 © Nicola-Matteo Munari
La copertina

La copertina è caratterizzata dal contrasto tra l’inchiostro ad alto spessore del titolo — stampato nei colori vividi dei tramonti che contraddistinguono le opere dell’artista — e la morbidezza della carta usomano bianca.

In seconda e in terza di copertina compaiono invece i dettagli di un’opera che raffigurano un aeroplano al decollo (simbolo dell’inizio di un viaggio e dunque dell’inizio della lettura del catalogo) e un cuore stilizzato (a comunicare la gioia data dal viaggio intrapreso e dunque dalla lettura del catalogo).
simone monsi new blabs
Ph. © Nicola-Matteo Munari
simone monsi new blabs clouds planes
Ph. © Nicola-Matteo Munari
Chiarezza ed eleganza

Il catalogo, progettato in dialogo con l’artista, è diventato parte integrante dell’esposizione e attraverso l’eleganza e la chiarezza che lo contraddistinguono ne ha valorizzato le opere, offrendone al tempo stesso un’interpretazione grafica coerente con i social media e rappresentativa del lavoro di Monsi.

Committente
Spazio Leonardo, Milano

Coordinamento
UNA, Piacenza

Progettazione
Nicola-Matteo Munari

Periodo
2018