Postcards: Part 1,2,3
Manifesti e libri di sala per la mostra Postcards
dell’artista Eleonora Marzani.
Postcards: Part 1,2,3
Manifesti e libri di sala per la mostra Postcards dell’artista Eleonora Marzani.
eleonora marzani postcards
Postcards: Part 1,2,3
Libretti, 21×15 cm ciascuno
tot.104 pagine

2018 © Nicola-Matteo Munari
eleonora marzani postcards
Dettaglio del frontespizio
del primo libretto.

Ph. © Nicola-Matteo Munari
griglia tipografica modulare
La griglia tipografica progettata per l’impaginazione dei libretti.

2018 © Nicola-Matteo Munari
Un progetto in tre atti

Postcards è un progetto di video-arte concepito dall’artista e performer Eleonora Marzani. Costituito da tre serie di filmati per un totale di 42 video, il progetto è stato realizzato con la collaborazione di altrettanti partecipanti nel corso di tre anni.

Ogni video è completato da un testo, frutto delle interviste fatte dall’artista ai partecipanti, e in occasione dell’esposizione presso la Galleria Biffi di Piacenza sono stati realizzati tre libretti, che raccolgono tutti i testi.
eleonora marzani postcards
2018 © Nicola-Matteo Munari
eleonora marzani postcards
2018 © Nicola-Matteo Munari
eleonora marzani postcards
2018 © Nicola-Matteo Munari
eleonora marzani postcards
2018 © Nicola-Matteo Munari
L’impaginazione

I libretti, distribuiti gratuitamente ai visitatori della mostra, sono caratterizzati da un’impaginazione articolata, che evoca la sensazione di spaesamento che contraddistingue i filmati.

I partecipanti ai video sono stati infatti condotti in luoghi indefiniti, quasi dei non-luoghi, e lasciati da soli in attesa. Nelle riprese vediamo persone che non sanno dove sono, che non fanno nulla, che stanno da sole ad attendere, senza sapere cosa o per quanto tempo. La sensazione di spaesamento viene enfatizzata dai vestiti che indossano, spesso privi di qualunque nesso con i luoghi in cui si trovano.

Le fotografie scavalcano la mezzeria della doppia pagina e i testi si sovrappongono parzialmente alle immagini. In questo modo, e grazie all’abbondante spazio bianco, testi e immagini sembrano scivolare lentamente sulle pagine come sospesi nel tempo e nello spazio.
eleonora marzani postcards
Ph. © Nicola-Matteo Munari
eleonora marzani postcards
Ph. © Nicola-Matteo Munari
 L’apparente semplicità della grafica
non è frutto di un esasperato minimalismo, ma l’espressione estetica essenziale di una profonda ricerca intellettuale.
 L’apparente semplicità della grafica non è frutto di un esasperato minimalismo, ma l’espressione estetica essenziale di una profonda ricerca intellettuale.
Una sintesi concettuale

Le copertine catturano la complessità del progetto artistico mediante una sintesi grafica audace, che pare semplice, ma in realtà coglie appieno l’essenza delle opere: non solo la suddivisione in tre atti, ma anche il concetto del tempo, dell’attesa, della solitudine e quello dell’ignoto.

Alle pagine riccamente illustrate vengono infatti contrapposte delle copertine aniconiche ed essenziali, prive di qualsiasi esplicito riferimento ai contenuti. Unica caratterizzazione è il segmento verticale, che attraverso la ripetizione distingue tra loro le copertine e indica l’ordine nel quale si susseguono.
eleonora marzani postcards
2018 © Nicola-Matteo Munari
eleonora marzani postcards
2018 © Nicola-Matteo Munari
eleonora marzani postcards
2018 © Nicola-Matteo Munari
eleonora marzani postcards
2018 © Nicola-Matteo Munari
Espressione intellettuale

L’assenza di qualsiasi altro elemento, compreso il titolo, attribuisce alle copertine un fascino indecifrabile, che seduce intellettualmente chi le osserva e induce alla lettura.

Si comprende così che l’apparente semplicità della forma non è frutto di un esasperato minimalismo, ma l’espressione estetica essenziale di una profonda ricerca intellettuale.
eleonora marzani postcards
Ph. © Nicola-Matteo Munari
eleonora marzani postcards
Ph. © Nicola-Matteo Munari
eleonora marzani postcards
Animazione del sistema di
manifesti progettati per
promuovere l’esposizione

2018 © Nicola-Matteo Munari
I manifesti

Il progetto grafico è stato arricchito dai manifesti disegnati per promuovere l’esposizione, che riprendono la soluzione proposta dalle copertine enfatizzando il valore numerico delle linee verticali.

Committente
Galleria Biffi, Piacenza

Coordinamento
Eleonora Marzani

Progettazione
Nicola-Matteo Munari

Assistente
Greta Bussandri

Periodo
2017-18