Il restauro del Napoleone
Grafica per il restauro del Napoleone di Canova, conservato presso l’Accademia di Brera.
napoleone brera canova
Vista frontale della statua,
durante la seconda fase dell’intervento di restauro.

Ph. © Amici di Brera
napoleone brera stendardi
Bozza preliminare per lo studio
delle cromie degli stendardi.

2013 © Italo Lupi + Nicola-Matteo Munari
napoleone brera restauro
Il laboratorio chiuso utilizzato durante la prima fase di restauro, effettuata nel periodo invernale.

Ph. © Amici di Brera
Il restauro

Il cortile dell’Accademia di Brera ospita una stupenda scultura bronzea che raffigura Napoleone Bonaparte come Marte pacificatore (1810), esatta copia dell’originale marmoreo realizzato pochi anni prima dal celebre artista neoclassico Antonio Canova (1757-1822).

Nel 2013, in occasione dei lavori di restauro, Mario Bellini Architects ha progettato due laboratori, uno chiuso e uno aperto, utilizzati rispettivamente durante le stagioni invernale ed estiva.

Entrambi i laboratori sono stati completati da una vera e propria veste grafica, indirizzata a raccontare in corso d’opera la natura dell’intervento di restauro e la storia della scultura.
napoleone brera restauro
Erezione della statua per il suo ricollocamento sul piedistallo, al termine della prima fase di restauro.

Ph. © Amici di Brera
napoleone brera restauro
Vista di scorcio della statua racchiusa tra i ponteggi con i teli laterali che raccontano la storia della scultura e illustrano l’intervento di restauro.

Ph. © Amici di Brera
restauro napoleone brera canova
Ph. © Amici di Brera
restauro napoleone brera canova
Ph. © Amici di Brera
napoleone brera antonio canova
Vista di uno dei quattro teli laterali con la biografia dello scultore, Antonio Canova.

Ph. © Amici di Brera
napoleone brera restauro
Gli stendardi incorniciano la prospettiva che si apre
sul cortile di Brera e sulla vista frontale della statua.

Ph. © Amici di Brera
La grafica

Il progetto grafico della segnaletica ha compreso una coppia di stendardi posti all’ingresso del cortile, a incorniciare la vista frontale della scultura, e i teli perimetrali che cingevano la statua all’interno dei laboratori di restauro.

La tipografia composta con caratteri neoclassici ha enfatizzato l’identità culturale della statua, mentre i colori — grigio caldo, verde salvia e rosso-arancio — hanno conferito eleganza e vivacità alla comunicazione.
napoleone brera restauro
Ph. © Amici di Brera
napoleone brera canova
Ph. © Amici di Brera
napoleone brera antonio canova
La statua liberata dai ponteggi
a conclusione del restauro.

Ph. © Amici di Brera
Un’identità rinnovata

La statua, una volta liberata dai ponteggi, si è mostrata in tutta la sua bellezza, resa ancor più vivida grazie alla nuova identità acquisita attraverso la grafica, che ha raccontato al pubblico il restauro valorizzandone il significato e l’importanza.

Committente
Accademia di Brera, Milano

Responsabile
Francesca Arosio

Allestimento
Giovanni Cappelletti
Mario Bellini

Progettazione
Italo Lupi
Nicola-Matteo Munari

Periodo
2013